Chimici Certificatori Energetici

Una novità importante: anche Chimici e Chimici industriali possono essere certificatori energetici.
Grazie all'interessamento del Dott. Donadello, Consigliere all'Ordine dei Chimici di Treviso, si è verificato che anche Chimici e Chimici Industriali possono essere certificatori energetici.

Con l’introduzione di tutta la normativa che modifica l’impianto giuridico del 2007, l’accreditamento dei professionisti all’elenco dei certificatori energetici viene normato sulla base di quanto previsto dal DPR 75/2013. Esso prevede l’inclusione della Laurea in Chimica Industriale (classe di laurea magistrale LM 71, ex DM 16 marzo 2007) e della Laurea in Chimica (classe di laurea magistrale LM54). Vi è per questi due casi  l'equiparazione automatica, per la corrispondenza della vecchia laurea con un'unica classe delle lauree specialistiche/magistrali.
Rimane invariato il requisito del superamento di uno specifico corso di formazione, con esame finale, per tutti coloro che chiedono di essere accreditati per l’attività di certificazione energetica, indipendentemente dal titolo di studio conseguito e dall’iscrizione all’Ordine o Collegio professionale.
 
Alla luce dell’approvazione del DL 63/2013, convertito con Legge 90/2013, l’Attestato di Certificazione Energetica (ACE) viene denominato Attestato di Prestazione Energetica (APE) a far data dal 15 gennaio 2014.